Al Mattino, a pranzo, a cena IL PANE SCURO!

Al Mattino, a pranzo, a cena IL PANE SCURO!

910

IMG_2968Faccio spesso questo pane scuro nei pomeriggi d’inverno, se ho un po’ di tempo libero, perché si conserva molto bene anche 3 o 4 giorni avvolto in un grande asciugamano da cucina di cotone ed è il mio preferito per la prima colazione, con un cucchiaino di marmellata casalinga o di miele e un buon caffè espresso, ma è anche la base ideale per tante deliziose e sfiziose tartine per le serate di festa…

PANE SCURO

 

Mescolate direttamente nella planetaria 500 gr delle vostre farine preferite: io metto in parti uguali farina di frumento integrale, segale, farro integrale e orzo.

Sempre con la planetaria in movimento, aggiungete un cucchiaino di zucchero integrale di canna, mezzo di sale marino grosso e un paio di cucchiai abbondanti di semi di girasole, sesamo, papavero, zucca… o quelli che preferite!

Per ultimo, aggiungete poco a poco, sempre impastando, 260 ml di acqua tiepida, dove avrete lasciato riposare un cucchiaino abbondante di lievito naturale secco biologico. Se impiegate abitualmente la pasta madre, utilizzatela pure, il vostro pane sarà ancora più saporito e nutriente!

Una volta che l’impasto sarà ben sodo e elastico, lasciatelo riposare coperto per 1 ora e mezzo/2 ore circa, poi sgonfiatelo e impastatelo ancora a mano. Dategli pure la forma che preferite, pagnotta o filoncino, poi fate 2 o 3 tagli, a croce o paralleli, e lasciate riposare ancora una ventina di minuti, mentre il forno si scalda ben bene a 190°/200°.

Cuocete per circa 50 minuti, per avere una buona crosta croccante e cercate di resistere ed aspettare che si sia raffreddato, per tagliarlo e assaggiarlo… il pane caldo appena sfornato inonderà di fragrante profumo la vostra cucina, ma non si digerisce molto bene!

 

ARTICOLI SIMILI

1243