Dalla Grecia I DAKOS

Dalla Grecia I DAKOS

1649

IMG_0089L’estate è una stagione meravigliosa per chi ama cucinare in maniera sana per la sua famiglia!

Anche se ci attardiamo in terrazza per un aperitivo al fresco, in pochi minuti possiamo finire la serata a tavola con pochi semplici e buonissimi ingredienti, senza neanche bisogno di accendere il fornello… chi non ama la nostra insuperabile insalata caprese, con il latte ed il siero della mozzarella che s mescolano all’olio ed al sughetto dei pomodori, per creare un fondo dove inzuppare un pezzetto di crosta di pane trasporta direttamente nel paradiso del palato?

In casa ricordiamo addirittura una vecchissima zia greca, ormai defunta, che era solita bere direttamente dalla zuppiera in sughetto rimasto sul fondo, con grande scandalo di tutti gli altri commensali…

Che sorpresa poi scoprire che a Creta, l’isola che preferisco in Grecia, esiste un piatto molto simile, creato appositamente per esaltare quel saporitissimo sughetto dei pomodori, che viene preparato sempre al mattino, per essere servito la sera ben zuppo.

Inutile dire che è diventato un cavallo di battaglia delle nostre estati al mare: si torna dalla spiaggia, ed il pranzo è già pronto in frigorifero ad aspettare!

Infatti il Dakos nasce come Meza (antipasto), ma è ottimo come snack o piatto unico, se lo preparate abbondante, ed è perfetto – chiuso in un contenitore ermetico – per seguirvi in una gita in barca, quando la praticità è davvero tutto!

 DAKOS

Preparate una dadolata di pomodori, avendo cura di mescolarne diversi tipi (ciliegino, sammarzano, cuore di bue, pomodori tondi…) e condite con sale, olio EVO e – se lo gradite – una puntina di miele.

Adagiate sul fondo di un vassoio a bordi alti o di un’ampia legumiera i dakos, oppure – se non ne avete sottomano – dei grandi crostini di pane o anche delle fette di pane integrale, passate in forno o nel tostapane qualche minuto e lasciate poi raffreddare. L’essenziale è che siano ben croccanti.

Versate i vostri pomodori con tutto il loro sugo sui dakos, poi aggiungete in superfice della Mizitra oppure, se non ne avete, della ricotta di pecora o di mucca di buona qualità, sminuzzandola con la punta delle dita.

Completate con una grattuggiata di pepe nero e una generosa spolverata di origano e riponete il vassoio o la legumiera in frigorifero fino al momento di servire. Più li lasciate in pace, più i dakos si inzupperanno, quindi il piatto sarà più riuscito.

Un attimo prima di servire, aggiungete un ultimo filo d’olio EVO e… bon appétit… anzi… Kàli Orexi!

 

ARTICOLI SIMILI

1279