La Magia delle Spezie e il tempo dei Bilanci di Fine Anno!

La Magia delle Spezie e il tempo dei Bilanci di Fine Anno!

809

imageEccoli qui gli Auguri e l’ultimo post (solo per il 2014) della Vale…la nostra chef vegan!!;-)))

Una buona parte del divertimento nel lasciarmi alle spalle l’anno vecchio, per me, è sempre stata rappresentata dallo svuotamento e riordino metodico di armadi, pensili, dispense e buffet al quale mi dedico in queste fredde e limpide giornate di fine anno.
Questo riordino a fondo, l’eliminare il vecchio, l’inutile, il brutto, mi permette di far posto al nuovo che verrà, non solo negli armadi o nei pensili, ovviamente, i ricordi si rincorrono, evocati da ogni oggetto che prendo in mano e le aspettative si moltiplicano, sull’onda di altri oggetti che avevo anche dimenticato di avere, o che verranno a prendere il posto del vecchio.

Non mi piace fare bilanci, ma questi momenti di calma, dedicati alla mia casa mi permettono di ricordare la mia storia, chi sono e dove voglio andare, e di rinnovare l’impegno a diventare la persona che voglio essere… a partire dalle piccole cose di ogni giorno!

Oggi ho riordinato l’armadietto delle spezie e degli aromi: il sale rosa dei ghiacciai dell’Himalaya, che mi ha regalato un’amica alla quale voglio bene, ma che non sento più perché la vita ogni tanto fa così, e cambia direzione, i curry piccanti acquistati nell’Atollo di Ari, in una piccola isoletta abitata da pescatori, dalle mani scure e belle di una giovane mamma, tanti pistilli di zafferano, dalla Toscana e dall’Iran, la terra di una nuova cara amica, la sola che ne abbia saputo apprezzare il valore, les 4 èpices, les herbes de Provence, la ciboulette ed i semi di aneto acquistati in una piccola gastronomia vicino a Cannes, dove cerco sempre di tornare, sempre meno di quanto vorrei, le marmellate di arancia e cannella, che profumano la mia casa nei bui pomeriggi prima di Natale, i vecchi barattoli di gelatina di Moscato e di Aceto Balsamico, ormai sigillati, che mi regalo LUI, ad Alba, durante il nostro primo bellissimo week end insieme, tra vini e prelibatezze, e che non aprirò mai, tanto miele di timo, il preferito di LUI; che compriamo solo in Grecia, durante le vacanze, zenzero candito che addolcirà le nostre tisane quest’inverno, sale grosso marino integrale, acquistato in un mercatino vicino a Candia, pepe rosa in grani, preziosissimo, dalla Grande Epicerie di Parigi e Senape di Maille, da quel piccolo prezioso scrigno che il loro negozietto in Place de la Madeleine… a due passi da Ladurée, la mèta preferita al mondo per la merenda di Niccolò…

Non ci saranno mai ricette “difficili” tra le mie, sono cose semplici, genuine, buone da gustare intorno al tavolo con coloro che si amano, ma il vero segreto della mia cucina è la passione per questi ingredienti che raccolgo il tutto mondo, il tutto il mio mondo, scegliendo sempre il meglio per coloro che amo.

Ogni ingrediente è un progetto, una ricetta da provare con gli amici che verranno con l’anno nuovo, un ricordo prezioso allo stesso tempo… e mi ricorda, ogni piccolo barattolo in vetro, che la cucina non è niente se non l’amore per coloro per i quali tutto questo prenderà forma: LUI, oppure Lui… il mio principino, ma anche tutti quei cari, amati amici che l’anno passato ci ha portato, ci ha portato via e che l’anno nuovo ci porterà!

Buon anno a tutti e… buon appetito!

ARTICOLI SIMILI