Un Dolce Vegano: Ciambella Cacao e Cocco

Un Dolce Vegano: Ciambella Cacao e Cocco

1311
Ciambella vegana Cacao e Cocco by Lefashionmama
Ciambella vegana Cacao e Cocco by Lefashionmama

Per questa deliziosa, morbidissima e golosissima ciambella devo ringraziare l’amica Silvia, che mi ha “regalato” il link a “Le Torte di Gessica” qualche tempo fa e che mi ha anche suggerito un paio di “dritte”.

Va benissimo come merenda o prima colazione, per vegetariani, vegani, intolleranti al lattosio e anche per i bambini, visto che la gradazione alcolica scompare con la cottura.

In alternativa, accompagnata da un buon bicchierino di rhum e una ciotolina di frutti di bosco freschi, costituirà un dessert molto apprezzato, dopo cena.

La ricetta originale alla quale è ispirata la trovate qui http://blog.giallozafferano.it/letortedigessica/ciambella-acqua-cioccolato-senza-uova-latte-e-burro/ e deve essere molto molto buona, io ho semplicemente provato a renderla ancora più sana, e la cuocio un pochino meno, perché mi piace che il cuore resti un pochino umido.

 

CIAMBELLA GOLOSA AL CACAO E COCCO

Accendete il forno a 175° non ventilato.

Mischiate nella planetaria (o in una ciotola con un cucchiaio di legno) 60 gr cacao amaro, non dolcificato, 200 gr di farina semintegrale di farro, 160 gr di zucchero di canna, 100 gr di Maizena, 60 gr di farina di cocco, 1 bel pizzico di sale e mezza bustina di lievito biologico o cremor tartaro.

Versate in una caraffa 250 ml di acqua tiepida, 100 gr di olio EVO e 1 cucchiaio abbondante di rhum. Mescolate e aggiungete pian piano agli ingredienti secchi, con la planetaria ancora in funzione (o continuando a mescolare a mano).

Ricordate che i dolci senza uova non devono mai essere lavorati troppo, per non risultare duri.

L’impasto finale sarà molto molto denso e cremoso.

Versate l’impasto nello stampo per bundt oliato e infarinato oppure in uno normale per ciambella.

Infornate per 50 minuti e… non fate come me! Aspettate a sformarla che si sia un po’ raffreddata, anche se i bambini reclamano la merenda, altrimenti si spezzerà in superficie.

Una volta sul piatto, potrete spolverizzarla di zucchero a velo vanigliato.

Personalmente, adoro farlo sola, polverizzando in un qualsiasi robot da cucina del comune zucchero semolato (ma si può fare anche con lo zucchero di canna) e riponendolo in un barattolo chiuso ermeticamente con immerso un baccello di vaniglia.

ARTICOLI SIMILI

1171